Onicomicosi

unghia onicomicosiL’onicomicosi  è una patologia infettiva che colpisce le unghie delle mani o dei piedi o entrambe. Provoca scolorimento e ispessimento delle unghie e in genere cattivo odore.

Si tratta di un problema non soltanto estetico che può condizionare le relazioni sociali, ma di un problema da risolvere con l’aiuto del medico, anche se spesso ci si rivolge al dermatologo solo per il cattivo aspetto delle unghie salvo poi scoprire che si tratta di una vera e propria patologia che come tale va curata.

Fattori di rischio e cause dell’onicomicosi

L’infezione si differenzia in base alla parte dell’unghia su cui si manifesta, anche se i sintomi sono tutti più o meno gli stessi. Alla base la proliferazione di funghi che possono essere di tre tipi, dermatofiti (responsabili dell’infezione nella maggior parte dei casi) che infettano capelli, pelle e unghie, poi lieviti e muffe non dermatofite.

Fattori di rischio dell’insorgenza della patologia possono essere l’ereditarietà, l’età avanzata, l’indebolimento del sistema immunitario dovuto a malattie come il diabete o l’ Hiv, l’ischemia periferica e molto spesso la frequenza di palestre e piscine.

L’ambiente caldo umido infatti rappresenta l’habitat ideale per la proliferazione dei funghi responsabili dell’infezione.

Prevenzione

L’infezione può essere trasmessa da un soggetto all’altro per cui è necessaria la massima igiene delle mani e dei piedi, evitare lo scambio di asciugamani e indossare sempre le ciabatte se si frequentano spogliatoi e bagni delle palestre e delle piscine.

Asciugare sempre per bene le dita e spruzzare un po’ di polvere antimicotica nelle scarpe per il fitness.

Se vi sottoponete a sedute di manicure e pedicure assicuratevi che gli attrezzi utilizzati siano perfettamente sterilizzati.

Diagnosi e cura

Se si sospetta l’onicomicosi bisogna sottoporsi ad esami di laboratorio. Verrà prelevato un campione dell’unghia e sottoposto ad analisi per verificare quale tipo di fungo è responsabile dell’infezione.

La cura purtroppo è lunga e costosa e non garantisce di essere al riparo da recidive che sono piuttosto frequenti. In commercio esistono prodotti specifici a base di itroconazolo, ketoconazolo e fluconazolo che però vanno applicati in modo costante per periodi molto lunghi.

Più efficace sembra essere la cura per bocca abbinata alle applicazioni locali di creme e unguenti. I trattamenti orali durano in genere circa tre mesi e non presentano particolari controindicazioni se si è in buona salute.

E’ possibile anche ricorrere all’intervento chirurgico che presenta alte probabilità di successo se ad essere rimossa è tutta l’unghia e non solo la lamina ungueale.

Un’altra possibilità di cura è rappresenta dal trattamento laser, anche se si tratta di una cura piuttosto costosa.

 

 

Se il fungo non è debellato a lungo andare si rischia la rottura e la perdita dell’unghia.

Rimedi naturali

Tea Tree

Se lo stato dell’infezione non è ad un livello avanzato si può ricorrere a qualche rimedio naturale come il tea tree, l’olio essenziale di melaleuca. Basta mescolarlo in parti uguali all’olio d’oliva e strofinarlo sull’unghia con un batuffolo di cotone.

Lascia un commento

Copyright 2014 Onicomicosi.com Tutti i diritti riservati